Si è spenta oggi, a 76 anni Aretha Franklin, la regina del soul, dopo aver lottato contro un tumore al pancreas.

Aretha Franklin è stata la prima donna ad entrare a far parte della Rock and Roll Hall of Fame. Con successi come “Respect”, “I Never Loved a Man”, “Think”, “Chain of Fools”, “Baby I Love You”, “I Say a Little Prayer” e “The House That Jack Built” Aretha Franklin si è guadagnata, di diritto, il titolo di regina del soul.

Aretha Franklin

Aretha Franklin aveva partecipato a The Blues Brothers e al sequel. In una intervista rilasciata a Deadline, il regista John Landis ricorda la grande Aretha Franklin. Landis racconta di come la cantante fosse rimasta spiazzata dalla sua decisione di farle eseguire Think, e non Respect, nel primo film:

 All’inizio mi disse: “Sicuro? Non vuoi che canti Respect?” […] Venne sul set un paio di giorni prima delle riprese delle sue scene, ascoltò la traccia di Think e disse: “Ok, ma vorrei rimpiazzare il piano.” Rispondemmo ok, cosa vuoi fare? E lei rispose: “Suonarlo io”. Le portammo un pianoforte […] e lei suonò e cantò. La eseguì una volta e si riascoltò. Ci chiese se poteva rifarla. La suonò cantando, e questa seconda traccia è quella che è nel film. Era semplicemente meravigliosa. Non amava fare troppe ripetizioni, aveva qualche problema con il labiale nel playback. […] Nella versione precedente il piano non era così soul.

Aretha era una figura chiave della lotta per i diritti civili. Cantò al funerale del Dr. King, alle inaugurazioni dei presidenti Carter, Clinton, Obama. Era lì con Paul Robeson, Marian Anderson, Harry Belafonte, Sidney Poitier, artisti in prima linea.

Nata a Memphis e cresciuta a Detroit, Aretha trascorre la sua infanzia cantando nella chiesa del padre, assieme alle sorelle Carolyn ed Erma. Impara a suonare il piano ed il padre le fa incidere le prime registrazioni gospel a soli 14 anni. Nel 1956, esce il primo album “Songs of Faith”, per l’etichetta J.V.B. Records. Nel 1960, Aretha convince suo padre a firmare un contratto con la Columbia Records e a incidere un album di canzoni pop.  In poco tempo sale in cima alle classifiche internazionali con hit come “Respect“, “Think” e “Natural Woman“. Durante la sua carriera vende più di 75 milioni di album in tutto il mondo e vince 18 Grammy Awards. 

Un caro saluto regina del soul.

 

 

it_ITItalian
it_ITItalian